Barcellona: Gaudí e il Passeig de Gràcia, Lo spazio più ambito dalla borghesia nel XX secolo per costruire nuove case

Pagamento Sicuro con Carta di Credito o Paypal
Nessun Rinnovo Automatico

LE TAPPE DEL TOUR

01. CASA FUSTER
Inizieremo l'itinerario nella parte alta, quella conosciuta come i "jardinets de Gràcia", di fronte alla casa Fuster, oggi hotel di lusso. Parleremo del piano urbanistico di Ildefons Cerdà per estendere Barcellona, il cambiamento che ha portato alla città e come si è evoluto.

02. LA PEDRERA
La Pedrera, o Casa Milà, è una delle opere più note di Antoni Gaudí. Dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, le sue forme esterne sinuose e sorprendenti non sono nulla in confronto al progresso tecnico e architettonico che questo capolavoro ha rappresentato per l'architettura moderna.

03. CASA BATTLÓ
La casa in cui Gaudí ha potuto lavorare senza limite di spesa è diventata un edificio onirico, da favola. Natura, fantasia, colore, tecnica, poesia e utilità si materializzano in una delle facciate più originali della storia dell'arte.

04. LA CASA AMATTLER, PUIG I CADAFALCH
Una delle caratteristiche del Modernismo catalano è la sua ispirazione al passato medievale, e Puig i Cadafalch è l'architetto che meglio rappresentò questa tendenza. Più giovane di Gaudí, fu l'anello di congiunzione tra il Modernismo e il Noucentisme. La Casa Amatller, costruita nel 1900, conserva intatto tutto l'arredamento interno del piano principale.

05. LA CASA LLEÓ I MORERA, DOMÈNECH I MONTANER
Terminiamo la triade de la "Manzana de la Discòrdia" con la Casa Lleó i Morera, dell'architetto, politico e professore Domènech i Montaner, una figura chiave e forse la più rappresentativa del Modernismo catalano.

Posizione sulla Mappa